innominedomini

rivetto

transparent

 

locandina

 

Sala Santa Rita

ex chiesa di Santa Rita da Cascia al Rione Campitelli

via Montanara, 8. Roma

santa rita oriz.2

INNOMINEDOMINI (allestimento). sala santa rita, dimensioni ambientali. 2016

Inaugurazione: Giovedì 9 giugno 2016 ore 18.00

Periodo di apertura: 9 – 18 giugno 2016

 

 

 

 

 

 

IMG_1943

 

 

 

 

 

 

INNOMINEDOMINI

Dŏmŭs, ūs : sost. f. IV dec. 1. casa, abitazione; 2. Dimora 

Dŏmĭnus, i : sost. m. II dec. 1. padrone di casa, proprietario; 2. capo, arbitro, tiranno; 3. sovrano, signore; 4. il Signore, Dio (Ecclesiastico)

 

INNOMINEDOMINI (poltrona). sala santa rita, dimensioni ambientali. 2016L’installazione site-specific realizzata dall’artista è un’intrusione nello spazio architettonico
della Sala Santa Rita e, contemporaneamente, una riflessione sulle dinamiche relative alla funzione e all’identità di un luogo.

In tal senso, Santa Rita da Cascia in Campitelli è un luogo esemplare.

Nei secoli la chiesa ha cambiato nome, funzione, e addirittura collocazione, fu infatti smontata nel 1928 dall’area ai piedi dell’Ara Coeli e riassemblata alcuni anni più tardi nella posizione attuale adiacente a Piazza Campitelli, conservando sostanzialmente la propria struttura ma mutando, poco tempo dopo, la sua funzione da edificio sacro a sede espositiva.

Ora si ritrova nuovamente e bruscamente trasformata: sarà un’abitazione privata (domus), con una diversa organizzazione degli spazi e un utilizzo differente. Così viene messa in pausa la sua immagine pubblica e la Sala Santa Rita diventa “Casa Valerio”.

 

L’artista ha commissionato a uno studio di architettura un progetto per il cambio di destinazione d’uso della Sala Santa Rita e la riorganizzazione dello spazio in civile abitazione sulla falsa riga dell’effettiva ripartizione del suo appartamento, e per il periodo della mostra vi si trasferisce con le proprie cose.

Spostando l’attenzione dall’oggetto al contesto, INNOMINEDOMINI è un’opera che, partendo da una riflessione sullo spazio architettonico e sulla sua funzione, indaga la relazione tra sacro e profano, pubblico e privato.

Quella che potrebbe sembrare una profanazione dello spazio attraverso un’alterazione della sua funzione e l’utilizzo di oggetti di uso comune risulta, all’inverso, un’attribuzione di sacralità agli oggetti stessi e una riflessione sullo statuto dell’opera d’arte.

È un’operazione sostanzialmente linguistica. L’artista prende possesso dello spazio e con l’imposizione del proprio nomen ne forza la natura e, in tal modo, evidenzia l’insensata fragilità di un ordine stabilito.

L’ambivalenza dell’operazione è contenuta nello stesso titolo INNOMINEDOMINI, che ha un chiaro riferimento religioso e contiene, allo stesso tempo, la parola domus.

 

 

INNOMINEDOMINI (pareti) part. sala santa rita, dimensioni ambientali. 2016

 

Orizzontale Una dist#B40D20

La mostra è promossa da Roma Capitale – Dipartimento Cultura – Servizio Programmazione e Gestione Spazi Culturali

 

zetema colorifb

con il supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura.

 

 

 

 

megafono-600x500  comunicato stampa

 

instagram-logo citofonare Valerio

 

 

INNOMINEDOMINI (allestimento). sala santa rita, dimensioni ambientali. 2016

 

 

rivetto

casa valerio interno 5

 

rivetto

allestimento

rivetto

esposizione

rivettocatalogo